Appuntamenti (aprile)

Inserite, con l’opzione ‘modifica’, gli appuntamenti che ritenete di interesse comune.

  • Venerdì 1° aprile
    Sala dello Stabat Mater, Biblioteca dell’Archiginnasio, ore 17-19
    Il mestiere dello storico come impegno civile a partire dal volume di Enzo Collotti, Impegno civile e passione critica, a cura di Mariuccia Salvati (Viella, 2010) ne discutono, con l’autore e la curatrice, Alberto De Bernardi, Marcello Flores e Dianella Gagliani introduce Andrea Marchi (presidente ISREBO), coordina Carlo De Maria
  • Sabato 2 aprile
    Teatro “DOM” -La Cupola del Pilastro, via Panzini 1, dalle 20
    IL TEMPO NON CURATO
    Il testimone nei processi per crimini di guerra
    INCONTRO CON ANDREA SPERANZONI
Andrea Speranzoni è avvocato penalista del Foro di Bologna, ha difeso i familiari delle vittime nei processi per gli eccidi nazifascisti di civili a Marzabotto, Casalecchio di Reno, Monchio (Modena), Cervarolo (Reggio Emilia) e Vallucciole (Firenze). Collabora con la cattedara di procedura penale europea ed internazionale dell’Università di Milano-Bicocca, studiando le problematiche relative ai crimini contro l’umanità ed allle vittime dei reati.
a seguire aperitivo

ore 21.30
Sandra Cavallini
Rapporto su LA BANALITà DEL MALE
Da Eichmann in Jerusalem: A Report on the Banality of Evil di Hannah Arendt (1963)
Riduzione scenica di Paola Bigatto e Sandra Cavallini
Con Sandra Cavallini
  • Lunedì 4 aprile
    “La Repubblica Romana del 1849 tra ricerca storiografica e racconto di finzione”: seminario di dottorato.
    intervengono Angela De Benedictis (“… dei componimenti misti di storia e d’invenzione”: il problema del romanzo storico in Manzoni); Francesco Farinelli (“Nessuno ce lo ha detto”. Teatro civile e storia); Maria Pia Casalena (Illusione e disincanto: il giorno del popolo e delle donne); Clizia Magoni (Roma teatro di guerra: rappresentazioni belliche nella Città eterna dalle pagine “illustrate” del Garibaldi Panorama);
    Presentazione di: A proposito di La Repubblica di un solo giorno (Milano, Mondadori, 2011), romanzo di Ugo Riccarelli e spettacolo teatrale di Marco Baliani e Ugo Riccarelli (produzione Teatro di Roma).
  • Lunedì 4 aprile
    L’Italia s’è desta? Oltre il manuale: la storia dal punto di vista dei vinti a cura di Laura Zardi
    Lettura della novella Libertà di Giovanni Verga e visione del film Bronte, cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato di Florestano Vancini (Italia, Jugoslavia, 1972)
    Sala multimediale della Biblioteca Roberto Ruffilli, ore 17
  • Martedì 5 aprile
    ore 16.45, Sala del Refettorio, via S. Isaia 20, Bologna (adiacente sede Isrebo)
    Il movimento cooperativo nella storia dell’Italia unita: il caso della cooperativa Risanamento
    Ne parlano con MARCO POLI, autore del libro “La certezza dell’abitare: i 125 anni della Cooperativa Risanamento di Bologna (1884-2009)”, TITO MENZANI (Università di Bologna) e ANDREA MARCHI (Presidente di Isrebo)
    A tutti i presenti sarà regalata una copia del libro di Poli.
  • Martedì 5 aprile
    Sala Stabat Mater, Biblioteca dell’Archiginnasio, ore 17,30
    Rifugiati e/o migranti: Christopher Hein presenta Rifugiati. Vent’anni di storia del diritto d’asilo in Italia (Donzelli)
    Intervengono Giancarla Codrignani, Anna Rosa Rossi, Gianni Sofri
    In collaborazione con la Società di Lettura, CIR Consiglio Italiano per i Rifugiati
  • Mercoledì 6 aprile
    ore 17.30, all’Istituto Parri sala del Refettorio, via sant’Isaia 20
    presentazione del volume di Alfredo DE PAZRomanticismo. L’arte europea nell’epoca delle passioni”.
    Luca Alessandrini, Enrico Maria Davoli, Isabella Falbo, Pietro Quartani.
    Al termine aperitivo e buffet
  • Mercoledì 6 aprile
    Xm24, v. Fioravanti 24, ore 20,30
    Rassegna Meryxm: Serafino D’Onofrio e Valerio Monteventi presentano Berretta Rossa. Storie di Bologna attraverso i centri sociali* (Pendragon) ANDARE ANDARE ANDARE! (ndDawit)
  • Giovedì 7 (e Venerdì 8) aprile 2011
    Sala Rossa della Scuola Superiore di Studi Umanistici di Bologna, v. Marsala 26, ore 10,30-18,30
    Seminario interdottorale: “Metodi e problemi della ricerca storiografica. Il caso della storia delle idee”
    Intervengono Umberto Eco, Walter Tega, Paolo Rossi, Martin Rueff, Andrea Battistini, Ferdinando Abbri; il giorno dopo (dalle 9.30) intervengono Omar Calabrese, Luciano Canfora, Daniel Roche. “Tanta robba” [cit.], programma qui.
  • Giovedì 7 aprile
    Seminario: Regimi di verità. Nazionalismo, afrocentrismo e discorso tra i jeunes patriotes avoriani, interviene Armando Cutolo
  • Giovedì 7 aprile
    Presentazione: The lady anatomist. The life and times of Anna Morandi Manzolini, interverrà Gianna Pomata
    palazzo Poggi, via Zamboni 33, aula Carducci
    ore 17
  • Venerdì 8 aprile
    presso la Soprintendenza per i beni architettonici di Bologna -Palazzo Marescalchi, via IV Novembre 5, ore 16
    Convegno di Studi “_Unità d’Italia: trasformazioni e nuovi assetti del territorio”_. Dopo il saluto del Soprintendente, arch. Paola Grifoni, le comunicazioni spazieranno dalle vicende storiche bolognesi alle nuove intitolazioni di vie e piazze, dalle trasformazioni urbanistiche ed architettoniche, nell’area di via Farini e piazza Cavour, alla scultura celebrativa, con una particolare attenzione alle nuove normative per la tutela dei monumenti nel nascente stato italiano.
  • Venerdì 8 aprile
    Sala dell’ex Refettorio, Istituto Parri, via S. Isaia 20, ore 17-19
    I giovani tra politica e consumi a partire dai volumi curati da Patrizia Dogliani, Giovani e generazioni nel mondo contemporaneo: la ricerca storica in Italia (Clueb, 2009) e da Silvia Casilio e Loredana Guerrieri, Il 68 diffuso. Contestazione e linguaggi in movimento (Clueb, 2009, 2 voll.) ne discutono, con le curatrici, Paolo Capuzzo, Marco Fincardi e Alessandro Martelli partecipa l’Osservatorio provinciale politiche giovanili, coordina Andrea Marchi
  • Venerdì 8 aprile
    atrio Aula Magna della Biblioteca Universitaria, via Zamboni 35, ore 17.30
    Inaugurazione della mostra “Il Corano nei fondi manoscritti della BUB” a cura di Ahmad Addous, Biancastella Antonino, Franco Pasti, Giulio Soravia.
    La mostra rimarrà aperta fino al 5 maggio ei fu siccome immobile con questi orari:
    lunedì-venerdì 10.00-18.00 sabato 9.00-13.00
  • Martedì 12 aprile
    Seminario: Relational approaches in history and social sciences, lezione del ‘visiting professor’ Zacarias MOUTOUKIAS.
  • Giovedì 14 aprile
    Seminario: Reseaux sociaux, circulations intellectuelles et dynamiques politiques: approches et methodes, con: Zacarias MOUTOUKIAS, Marcello CARMAGNANI, Francesca SOFIA, Elisa GRANDI.
  • Venerdì 15 aprile
    Sala dell’ex Refettorio, Istituto Parri, via S. Isaia 20, ore 17-19
    Economia criminale a partire dal volume di Roberto Galullo, Economia criminale (Il Sole 24 Ore, 2009) ne discutono Ettore Borghesan e Tito Menzani coordina Luca Alessandrini
  • Venerdì 29 aprile
    Sala della Biblioteca Parri, via S. Isaia 18, ore 17-19
    Forme, passioni e colori della politica a partire dal volume di Maurizio Ridolfi, Storia politica dell’Italia repubblicana (Bruno Mondadori, 2010) ne discutono, con l’autore, Carlo Galli e Angelo Varni Coordina Carlo De Maria
 

Ci tengo a precisare che gli incontri del venerdì sono parte di un ciclo voluto e pensato dall’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea in provincia di Bologna “Luciano Bergonzini” (ISREBO per gli amici) in collaborazione con il DDS, il Gramsci, il Parri e l’Istituzione biblioteche del Comune.
Sapete com’è, orgoglio di corpo…
(oggi alle 5 c’era anche “La cinematografia è l’arma più forte” sul cinema fascista, scemo che non sono altro)

 
 

Ho aggiunto anche l’incontro di sabato sera sulle stragi… Vero che qualcuno ci viene? goo.gl/Bk6Z5

 
 

io se me lo ricordo (cosa non che non è successa per quella roba di gramsci….)vado a quello di lunedi!se qualcun* è interessat* e vuole venire me lo ricordi!

 
 

Ocio che quella alla Ruffilli è un corso di formazione, se non ricordo male si paga. E comunque il seminario di Storia delle Idee è molto intenso (di quelli che riempi quaderni interi di appunti e se scrivi sottrai una parte di attenzione alla comprensione e vai in pappa), ma secondo me merita tanto.
Invece all’XM andare bisogna.

 
   

I know there will be many difficulties and challenges but I am determined to do it. If it doesn’t work, it will also be a lesson for me: paper io 2